Abrad "Alzagonnelle"

Da Witcher Wiki.

Abrad era il re di Jamurlak. Era conosciuto per la sua età avanzata, una orribile pelle, ma soprattutto per la sua rabbia e la sua crudeltà. Egli viene menzionato da Geralt in una conversazione con Stregobor nel racconto Il male minore in Il Guardiano degli Innocenti. Si parla di alcune donne aristocratiche, che si dice siano state colpite dalla Maledizione del Sole Nero. Stregobor si riferisce a diversi casi, in cui le donne sono diventate belve assetate di sangue che hanno torturato e ucciso i loro subordinati. Tuttavia, Geralt non vede nelle tendenze e nei comportamenti d queste creature alcuna chiara evidenza che queste donne siano realmente state mutate in mostri.

Lo strigo cita così l'esempio di re Abrad:

«Non c'è dubbio. A Jamurlak, per esempio, regna il vecchio Abrad, che ha la scrofola, non ha nemmeno un dente, sarà nato cento anni prima dell'eclissi e non si addormenta se qualcuno non viene trucidato in sua presenza. Ha sterminato tutti i parenti e ha spopolato mezza contrada durante sfrenati... come li hai definiti? "Attacchi d'ira." In lui ci sono anche tracce di un temperamento esuberante, a quanto pare in gioventù veniva perfino soprannominato Abrad Alzagonnelle. Ah, Stregobor, sarebbe bello poter spiegare le efferatezze dei potenti con una mutazione o una maledizione.»