Hi Gamepedia users and contributors! Please complete this survey to help us learn how to better meet your needs in the future. We have one for editors and readers. This should only take about 7 minutes!

Aelirenn

Da Witcher Wiki.
Aelirenn
Aelirenn by Lorenzo Mastroianni.jpg
Immagine della carta da gwent di Lorenzo Mastroianni
Dettagli
Pseudonimi
Rosa Bianca di Shaerrawedd
Mestiere
Comandante
Sesso
Femmina
Razza
Elfa
Luogo
Shaerrawedd
Aspetto fisico
Occhi
Nocciola[1]
Capelli
Biondi[1]
Famiglia
Compare in

Aelirenn era il nome di un'elfa e un personaggio storico della cultura di questo popolo, che viene menzionata nel libro Il Sangue degli Elfi, di Andrzej Sapkowski. Aelirenn era anche conosciuta come la Rosa Bianca di Shaerrawedd ed è divenuta un simbolo di libertà contro l'oppressione degli Umani.

Duecento anni prima degli eventi narrati nel romanzo, Aelirenn si lasciò alle spalle la morte e il sacrificio di numerosi giovani elfi nella sua seconda battaglia contro gli umani.

Nel videogioco The Witcher[modifica | modifica wikitesto]

  • Se si sceglie di attaccare gli Scoia'tael, si può udire un grido di battaglia che dice: "Aelirenn!"
  • Yaevinn racconta la storia di Aelirenn a Geralt per motivare le sue azioni, nei sotterranei della Banca Vivaldi, durante la missione "Gli eroi di Yaevinn".

In The Witcher 2: Assassins of Kings[modifica | modifica wikitesto]

In un libro dal titolo "Vita e morte della Rosa Bianca", si narra la storia dell'elfa.

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

La storia della Rosa Bianca di Shaerrawedd è triste e tragica. Più di duecento anni fa, Aelirenn guidò un gruppo di giovani elfi in uno scontro disperato con gli umani. Ma questa impresa poteva concludersi soltanto in un modo: con la loro morte in nome della libertà, delle pietre e dei marmi delle proprie città... e per Aelirenn. Come da lei promesso, morirono con dignità, eroismo e onore, ma riprendersi dopo la sconfitta fu impossibile. Ciononostante, Aelirenn rappresenta oggi un simbolo della libertà, e i ribelli elfici che si lanciano in battaglia lo fanno inneggiando a lei.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  1. 1,0 1,1 Nell'immagine della carta in Gwent: The Witcher Card Game