Affari di famiglia

Da Witcher Wiki.


Missione principale
"Affari di famiglia"
Tw3-family-matters-01b.png
Dettagli
Tipo
Missione principale
Livello suggerito
6
Luoghi
Nido del Corvo
Oxenfurt
Palude del Gobbo
Regione/i
Velen
Fonte
Barone Sanguinario
Ricompensa
150 Punti esperienza guadagnati alla difficoltà "Spada in pugno!" / ?? corone
Collegato con
Il Barone Sanguinario
La storia di Ciri: La corsa
La storia di Ciri: Il Re dei Lupi

Affari di famiglia è una missione principale in The Witcher 3: Wild Hunt.

Obiettivi[modifica | modifica wikitesto]

  • Segui il Barone.
  • Usa i sensi da witcher per esaminare la stanza.
  • Usa i sensi da witcher per individuare la provenienza dell'odore.
  • Parla con il Barone di ciò che hai scoperto.
  • Cerca la capanna dello sciamano.
  • Parla con lo sciamano.
  • Guida la capra dallo sciamano.
  • Leggi il bestiario per scoprire di più sui botchling.
  • Parla con il Barone.
  • Salva l'uomo e i cavalli intrappolati nella stalla in fiamme. (Opzionale)
    • Apri il cancello principale verso le stalle.
  • Sconfiggi il Barone in un incontro.
  • Chiedi al Barone di mostrarti dove ha sepolto sua figlia.
  • Segui il Barone.
  • Se Geralt uccide il botchling:
    • Uccidi il botchling.
    • Proteggi il Barone dai wraith.
    • Parla con lo sciamano.
    • Segui lo sciamano.
    • Preparati per il rituale e accendi i fuochi. 0/3
    • Riaccendi il fuoco nei bracieri se dovessero spegnersi durante il rituale. 0/3
    • Segui il pescatore alla capanna di Voytek.
  • Se Geralt decide di spezzare la maledizione e trasformarlo in un lubberkin:
    • Segui il Barone all'entrata del castello.
    • Proteggi il Barone dai wraith.
    • Usa il segno Axii per calmare il botchling.
    • Evoca il lubberkin dove è sepolto il botchling.
    • Segui il lubberkin.
    • Esamina il cavallo morto.
    • Segui il lubberkin.
  • Dai un'occhiata intorno alla capanna del pescatore.
  • Parla con il Barone della sua famiglia.
  • Cerca Tamara, la figlia del Barone, a Oxenfurt.
  • Parla con il Barone di Tamara.
  • Esamina le tracce rimaste nel Velen e trova la moglie del Barone.
  • Riferisci al barone ciò che hai scoperto su Anna.

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

Il Barone si rivelò un negoziatore difficile e ben consapevole del valore delle informazioni in suo possesso. Accettò di rivelare a Geralt ciò che sapeva di Ciri solo a una condizione: il witcher doveva trovare sua moglie e sua figlia. Le due donne erano misteriosamente scomparse poco tempo prima. Sebbene il Barone avesse mosso mari e monti per cercarle, i suoi sforzi non avevano dato risultati.
La ricerca della moglie e della figlia del Barone portò Geralt dallo sciamano locale, una specie d'indovino e mago locale che Geralt, giustamente, sospettava essere ben informato di tutti gli accadimenti della zona. Lo sciamano condivise con lui alcune interessanti voci: sembra che il Barone fosse un ubriacone e il terrore della sua famiglia, e che la gravidanza di sua moglie si fosse conclusa recentemente con un misterioso aborto.
I presagi dello sciamano mostravano che il feto abortito, indubbiamente eliminato senza una degna sepoltura, si era trasformato in un pericoloso mostro: un botchling. La bestia era vile e micidiale, ma poteva anche fare del bene. Se la sua maledizione fosse stata spezzata e il mostro si fosse trasformato in un lubberkin, quest'ultima creatura, guardiana della famiglia, avrebbe potuto condurre Geralt alla moglie e alla figlia del Barone.
Geralt, furioso, tornò ad affrontare il Barone. Era pronto a strappargli la verità con una spada e a costringerlo a confessare cos'era davvero successo quella fatidica notte. Un witcher in quello stato è certamente molto persuasivo, e così non ci volle molto prima che il Barone raccontasse tutto: sua moglie aveva subito un aborto dopo uno dei loro frequenti litigi ed era poi scappata da Nido del Corvo insieme alla figlia. Inoltre, accettò di mostrare a Geralt dove aveva sepolto i resti della bambina abortita. A mezzanotte, i due uomini si misero in cammino verso la fossa del botchling.
Se Geralt spezza la maledizione:
Quando Geralt e il Barone giunsero sul luogo di sepoltura dell'infante mai nato, non dovettero attendere a lungo l'arrivo del botchling. La bestia soffiò, ululò e minacciò di assumere la sua forma più mostruosa e crudele, ma i due uomini completarono il Rituale del Nome prima che questa potesse farlo. Poi, seguendo l'antica usanza, seppellirono la creatura sotto l'uscio di casa, in modo che, col tempo, essa potesse rinascere in forma di lubberkin, uno spirito guardiano del focolare. Geralt sperava che il lubberkin lo avrebbe aiutato a trovare la famiglia del Barone.
Se Geralt uccide il botchling:
Quando Geralt e il Barone giunsero sul luogo di sepoltura dell'infante, non dovettero attendere a lungo l'arrivo del botchling. A questo punto, l'ammazzamostri uccise la creatura e raccolse un po' del suo sangue, questa volta non come trofeo, ma per utilizzarlo in un antico rituale che, sperava, gli avrebbe fornito informazioni sul destino della moglie e della figlia del Barone.
La moglie e la figlia del Barone non erano scappate da Nido del Corvo da sole: un pescatore della zona le aveva aiutate. Geralt si recò alla capanna dell'uomo, dove apprese che le due donne erano state attaccate da un demonio durante la fuga. La bestia aveva fatto a pezzi il cavallo di Anna, poi l'aveva trascinata nei boschi. Un dettaglio del racconto del pescatore colpì il witcher: sembra che le mani di Anna mostrassero strani segni che si erano infiammati poco prima dell'arrivo del mostro. Cosa poteva averli causati? Che cosa significavano? Le domande di Geralt avrebbero dovuto attendere risposta fino al ritrovamento di Anna, la quale, se ancora in vita, doveva trovarsi da qualche parte nella Palude del Gobbo. Tamara, invece, aveva raggiunto Oxenfurt, dove il pescatore l'aveva aiutata a trovare rifugio da suo fratello.
Sentendo ciò, il Barone rivelò a Geralt altre informazioni su Ciri. Gli parlò di un pomeriggio in cui i suoi uomini avevano deciso di concludere una caccia ben riuscita con una piccola corsa a cavallo. Ma la corsa fu interrotta bruscamente dall'attacco di un basilisco. E qui il Barone, sfruttando un vecchio trucco da cantastorie, interruppe il suo racconto nel momento più cruciale, annunciando che non avrebbe detto un'altra parola finché Geralt non avesse trovato sua moglie.
Dopo che Geralt mantenne la sua parte dell'accordo e trovò la moglie e la figlia del signore di Nido del Corvo, questi dissipò ogni mistero e concluse il suo racconto. Raccontò di come Ciri fosse stata costretta a utilizzare i suoi poteri per salvare la vita al Barone. Ciò aveva attirato l'attenzione della Caccia Selvaggia, e così la ragazza non aveva avuto altra scelta, se non fuggire di nuovo... Questa volta verso la libera città di Novigrad. La ricerca di Geralt a Velen era giunta al termine.

Video[modifica | modifica wikitesto]

Galleria[modifica | modifica wikitesto]