Ciclopi

Da Witcher Wiki.
Ciclopi
Tw3 journal cyclops.png
Dettagli
Classe
Orchi
Variazioni
Vecchio Punta-di-lancia
Apparizioni
Skellige
Velen
Valle di Kaer Morhen
Valore armatura
100
Punti deboli
Unguento anti-orchi
Quen
Axii
Creazione/Alchimia
Occhio di ciclope
Frammento infuso
Cervello di mostro
Sangue di mostro
Osso di mostro
Orecchio di mostro
Capello di mostro
Pelle di mostro
Cuore di mostro
Fegato di mostro
Saliva di mostro
Lingua di mostro
Dente di mostro
Altri tesori
Vecchia pelle d'orso
Oren

I ciclopi sono creature che appaiono in The Witcher 3: Wild Hunt.

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

Che ne dite... Prendiamo un grosso palo, lo affiliamo, lo ficchiamo nell'occhio del ciclope e poi usciamo dalla caverna travestiti da pecore. Cosa potrebbe andare storto?
— Odess Thaka, viandante morto tragicamente a Spikeroog
I ciclopi sono facilmente riconoscibili dall'unico occhio situato al centro della loro fronte. Se, per qualsiasi ragione, questo non dovesse essere visibile, è comunque possibile riconoscerli per le enormi dimensioni, l'incredibile forza e l'intenso odio verso tutti gli umani.
Le testimonianze sembrano indicare che i ciclopi esistano da moltissimo tempo. Un esemplare ben conservato, esaminato e documentato dagli studiosi... trovato nel 1112 e portato dagli specialisti di Oxenfurt... è stato datato a oltre trecento anni fa. Recentemente, i resti di questo esemplare erano stati esposti nel museo zoologico dell'Accademia, ma sono stati rimossi quando gli studenti hanno cercato di vestire il ciclope con una toga, danneggiandolo notevolmente.
Come per i giganti, possiamo soltanto ipotizzare i punti forti e deboli dei ciclopi. La loro massa preclude ogni utilizzo del Segno Aard, mentre la loro enorme forza fisica rende particolarmente letali i loro colpi. Probabilmente, i ciclopi sono vulnerabili all'unguento anti-orchi. In quanto mostri con cervello relativamente ben sviluppato, possono essere influenzati con il Segno Axii.

Luoghi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  • La prima parte della voce nel diario riguardante i ciclopi (la citazione di Odess Thaka) è un riferimento all'Odissea di Omero, e al piano di Ulisse per sfuggire dalle grinfie di Polifemo.