Diario di Igor de Sade

Da Witcher Wiki.
Diario di Igor de Sade
Tw3 book brown3.png
Leggilo per ulteriori informazioni
Dettagli
Inventario/slot
Libri
Categoria
Oggetto comune
Tipo
Altri oggetti
Fonte
Bottino
Prezzo base
corone
Costo
corone
Vendita
1 corone
Peso
0 Peso

This book is found along with other items in a small chest guarded by a golem, in a stone circle west of the Tenuta Garin.

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

[Annotazioni preliminari per la redazione della tesi "Della costruzione e del controllo dei golem, in riferimento all'opera del maestro Alzur" di Igor de Sade, studente dell'Accademia di Ban Ard. Restano solo pochi appunti.]

Giorno 134
Mi sono imbattuto nei resti di un golem fatto a pezzi nelle paludi fuori Vizima. Non riesco a esprimere la rabbia che ho provato! Un fabbricante di mattoni della zona mi ha riferito che questo atto di barbarie è opera di un witcher dai capelli bianchi. Avevo sentito dire in giro che i membri di quella razza sono dei bastardi figli di puttana, ma questo è troppo!

Giorno 163
Mi è venuta in mente l'idea di fare qualche ricerca negli archivi dell'Accademia di Oxenfurt. Sono riuscito, non senza difficoltà, ad attraversare il Pontar, ma una volta a Oxenfurt mi aspettava una sgradita sorpresa: l'Accademia è chiusa! Per fortuna sono riuscito a entrare lo stesso grazie a un professore mio amico (sei un angelo, Slavoy!). Così sono riuscito a consultare qualche vecchio tomo polveroso e... eureka! Vicino al villaggio di Heddel c'è una torre che pare sia stata usata come laboratorio nientemeno che dal maestro Alzur in persona!

Giorno 164
Sono andato alla torre. Dentro ci vive uno strano tizio che alleva... arpie! L'ho visto nutrirle con maiali vivi. Orribile! Ma torniamo al nucleo della questione. La torre che oggi è stata trasformata in un nido di mostri potrebbe essere stata il laboratorio di Alzur, il che significa che è ora di concentrarsi sulla ricerca dei golem...

Giorno 165
Si trova qui! Immobile, in un cerchio di pietra! La gente della zona l'ha scambiato per una strana conformazione rocciosa, ma del resto questi dannati bifolchi come potrebbero riconoscere un simile capolavoro di magia? Ho già collegato un parafulmine. Peccato non ci siano druidi in zona. Come mi pento di avere dormito durante le lezioni di magia meteorologica... Se non l'avessi fatto, potrei provocare una tempesta, e invece ora mi tocca aspettare...

Giorno 171
Sono rimasto seduto su queste pietre gelide in attesa di una tempesta così a lungo che non sento più le gambe, ma finalmente ci siamo! Devo smettere di scrivere, o i miei appunti si scioglieranno nella pioggia. Sento già i primi tuoni in lontananza. Sono così emozionato! Presto il golem tornerà a vivere!