Diario di un ladro, parte II

Da Witcher Wiki.


Diario di un ladro, parte II
Tw3 book open.png
Leggilo per ulteriori informazioni
Dettagli
Inventario/slot
Oggetti missione / Libri
Categoria
Oggetto comune
Tipo
Altri oggetti
Fonte
Bottino from a chest in a tent on the western peninsula of Ard Skellig.
Prezzo base
24 corone
Vendita
3 – 8 corone
Peso
0 Peso

This journal is found along with Corno di Holger Manonera in a chest in a tent guarded by renegades on the western peninsula of Ard Skellig, about halfway between Arinbjorn and the Faro di Eldberg.

Missioni associate[modifica | modifica wikitesto]

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

Io, Kjarre, figlio di Knut, mi sono disonorato per ben due volte. La prima fuggendo dal campo di battaglia per paura di morire. Lo scudo che ho abbandonato in quell'occasione giace ancora in fondo a quella palude, dove resterà fino al Ragh nar Roog a perenne ricordo della mia codardia. La seconda quando Orn Bitesta mi ha convinto ad aiutarlo a rubare il corno di Holger Manonera. Orn credeva che l'avrei venduto a dei contrabbandieri, ma non intendo farlo. Preferisco morire, piuttosto che diventare un ladro e un bandito. L'unico modo che ho per recuperare il mio onore è riportare il corno al suo posto, nella sua dimora ancestrale. Matthios, che è stato incaricato da Holger di recuperare il corno, proviene da questa zona e penso che verrà dalla sua famiglia in occasione dell'equinozio: allora potrò rendergli il corno rubato e chiedergli di parlare in mio favore allo jarl. Questa è la mia unica speranza.

Vedi anche[modifica | modifica wikitesto]