Distretto dei non-umani

Da Witcher Wiki.
Distretto dei non-umani
Places Vizima Temple Quarter Nonhuman Sector.png
Una vista di Piccola Mahakam
Places Nonhuman district.png
L'ingresso al distretto dei non-umani
Dettagli
Tipo
Distretto
Luogo
Quartiere del Tempio di Vizima
Capitoli
Capitolo II, III e Epilogo

Il distretto dei non-umani, o Piccola Mahakam, è un ghetto separato del Quartiere del Tempio di Vizima. Gli elfi e i nani sono costretti a vivere qui. È in questo luogo che possono essere trovati il laboratorio di Kalkstein e la bottega del fabbro nanico, Malcolm Stein.

Coloro che si avventurano nel quartiere dei non-umani lo fanno a loro rischio e pericolo, specialmente di notte.

Geralt può visitare questo luogo durante il Capitolo II, III e durante l'Epilogo. Proprio durante quest'ultimo, la battaglia tra gli Scoia'tael e l'Ordine della Rosa Fiammeggiante ha lasciato un segno indelebile sul distretto dei non-umani.

A quanto pare il distretto è divenuto un ghetto nel periodo immediatamente successivo agli eventi narrati nell'espansione di The Witcher, "Effetti secondari" (circa un anno dopo che Geralt ebbe liberato Adda dalla maledizione). Nonostante già allora venisse chiamato "Piccola Mahakam", era solo una parte del Quartiere del Tempio, e non un vero e proprio ghetto.[1]

Abitanti di Piccola Mahakam[modifica | modifica wikitesto]

I personaggi importanti che vivono nel quartiere dei non-umani sono:

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  1. Dialogo con Lorethiel in Effetti secondari.