Gli umani allevati in gabbia e a terra

Da Witcher Wiki.
Gli umani allevati in gabbia e a terra
Tw3 questitem q702 cage breeding humans.png
Seconda parte del trattato "Allevamento e cura degli umani".
Dettagli
Inventario/slot
Libri
Categoria
Oggetto comune
Tipo
Altri oggetti
Fonte
Interno delle rovine di Tesham Mutna.
Prezzo base
corone
Peso
0 Peso

Missioni associate[modifica | modifica wikitesto]

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

[...] Negli ultimi decenni, molti di noi si sono convinti che l'approvvigionamento di sangue fresco più sensato consiste nell'allevamento degli umani. I vantaggi sono immediatamente evidenti, a partire dal controllo dell'alimentazione fino all'accoppiamento di esemplari la cui emoglobina risulta di qualità superiore alla media, ma vale la pena sottolineare come gli umani allevati in un ambiente controllato risultino assai meno aggressivi degli esemplari che vivono nel loro habitat naturale, ovvero città e villaggi, e dunque assai meno pericolosi e imprevedibili.

In riferimento all'allevamento degli esseri umani, esistono diverse scuole di pensiero, che possiamo ascrivere a due tendenze dominanti: l'allevamento in batteria e l'allevamento a terra. Questo saggio si prefigge di valutare i pro e i contro di entrambe le tipologie di allevamento, e pertanto partiremo da una disamina delle principali differenze tra le due scuole di pensiero.

L'allevamento in batteria, descritto dettagliatamente nel volume L'allevamento degli umani , consiste nel tenere maschi e femmine insieme in gabbie o recinti, con accesso costante ad aria, cibo e acqua. Gli esemplari sono dunque in costante condizione di cattività e non è loro permesso di aggirarsi liberamente all'interno di un'area recintata, come invece accade nel caso dell'allevamento a terra.

Quest'ultimo, invece, consiste nell'allevare gli umani in ambienti che ricordano l'habitat naturale della specie, come per esempio in finti villaggi (per la costruzione di un villaggio si rimanda al capitolo "Villaggi umani: cosa sono e come ricrearli"), e poi renderli psicologicamente sottomessi al loro proprietario. Il modo più efficace per istituire tale legame di dipendenza è rappresentato dalla fornitura di cibo di prima scelta. Vale la pena osservare che gli uomini che si fidano di chi li alleva cedono spontaneamente il loro sangue, che dunque non risulta contaminato dal rilascio di noradrenalina e cortisolo, con il conseguente deterioramento del sapore. Inoltre alcuni umani possono addirittura provare piacere quando il loro padrone si abbevera dalle loro vene, forse per una sorta di appagamento sessuale: in questi casi, il sapore del sangue diventa sublime.

Vedi anche[modifica | modifica wikitesto]