We have begun migration of most wikis to our new host, Amazon Web Services. All but the top 100 wikis are in read-only mode until the migration is complete. Estimated completion: TBD -- Update: Fri 10/20 11pm UTC - We have encountered some unexpected issues. Our staff is working around the clock to complete this process as quickly as possible. Thank you for your patience.

Il Battesimo del Fuoco

Da Witcher Wiki.
Il Battesimo del Fuoco
Battesimo del fuoco.jpg
Dettagli
Originale
Chrzest ognia. SuperNOWA, 1996
Pubblicazione
Nord, 27 febbraio 2014
ISBN
978-8842922247
Preceduto da
Il Tempo della Guerra
Seguito da
La Torre della Rondine
Traduzioni
Tedesco: Feuertaufe. Taschenbuch, 2010. Francese: Le Baptême du Feu. Bragelonne, 2010. Inglese: Baptism of Fire. Gollancz/Orbit, 2014.Altre traduzioni...

Il Battesimo del Fuoco (Polacco: Chrzest Ognia), di Andrzej Sapkowski, è uscito in Polonia nel 1996. È il quinto libro della Saga Witcher e narra degli eventi successivi a Il Tempo della Guerra. In Italia, il libro è stato pubblicato il 27 febbraio 2014 dalla casa editrice Nord

Il romanzo si apre con una citazione alla canzone Baptism of Fire dei Dire Straits:

Through these fields of destruction
Baptisms of fire
I've witnessed your suffering
As the battle raged higher
And though they did hurt me so bad
In the fear and alarm
You did not desert me
My brothers in arms...

Sinossi[modifica | modifica wikitesto]

Geralt si rifugia nelle foreste di Brokilon, per riprendersi dalle gravi ferite riportate durante lo scontro a Thanedd ma, ancora convalescente, deve subito ripartire e continuare il viaggio. A Brokilon incontra una giovane driade che lo accompagnerà lungo la strada che lo porterà a Nilfgaard. Ma Ciri, che non è più con lui, ha trovato qualcun altro altrove che finalmente le è amichevole. Lo strigo, in compagnia di Ranuncolo e la sua nuova amica di Brokilon, iniziano un lungo e periglioso viaggio, incontrando molti personaggi e scoprendo infine la verità circa il misterioso "Cavaliere Nero" che è apparso nei sogni di Ciri. Uno dei nuovi amici che incontra nel suo cammino, si rivela essere un personaggio davvero interessante...

Attenzione: Spoiler!: Significativi dettagli della trama a seguire.

A Brokilon, durante la sua lunga convalescenza, Geralt conosce Milva, una cacciatrice e arciera professionista, pregandola di portargli notizie dal mondo. Milva, non convinta, rifiuta. La ragazza infatti aiuta da mesi commando di Scoiattoli a rifugiarsi nei boschi di Brokilon, facendo il doppio gioco, organizza al tempo stesso diversivi per attirare in trappola i soldati del regno. Il rischio di uscire allo scoperto solamente per cercare informazioni utili allo strigo è troppo grande. Dopo il disastro di Thanedd tutti i servizi segreti, in particolar modo quelli redaniani, sono all'erta. Eithné, signora di Brokilon, nonostante tutto riesce a convincere Milva a correre il rischio. Dopo aver saputo che secondo le voci Ciri si trova a Nilfgaard, Geralt decide di partire senza indugio. Milva è molto abile con l'arco e decide di accompagnarlo, insieme con Ranuncolo. Benché sia ancora debole, lo strigo decide quindi di intraprendere il viaggio, che non sarà facile: la guerra sta per arrivare e le città sono divorate dalle fiamme, mentre i combattimenti non concedono tregua.

Nel frattempo, Ciri subisce le conseguenze fisiche e psichiche di quanto avvenuto nel Deserto di Korath, dove è stata teletrasportata dal portale di Tor Lara. La ragazza, ormai instabile, si è unita ad un gruppo di giovani ribelli che si fanno chiamare i "Ratti". Ciri decide poi di cambiarsi il nome e si fa chiamare Falka. Diviene un membro della banda con la quale impara per la prima volta a uccidere. L'omicidio e le scorribande diventeranno poi una specie di ossessione per la giovane principessa.

Lungo la loro strada Geralt, Milva e Ranuncolo incontrano un gruppo di nani capeggiati da Zoltan Chivay. Sembra che entrambi stiano andando nella stessa direzione, così il gruppo di Geralt si unisce a loro. Il destino aggiunge loro un altro compagno di viaggio, Cahir, il misterioso "Cavaliere Nero" che compariva nei sogni di Ciri. Tuttavia, lo strigo non vuole avere niente a che fare con il giovane nilfagaardiano e lo lascia a se stesso, Cahir è sempre persistente e continua a pedinare lo strigo e l'intera colonna di rifugiati. Alla fine, con l'intervento di Milva, il giovane cavaliere si unisce al gruppo. Infine, al gruppo si unisce anche Regis, un vampiro - che è uno dei più cari amici del nostro cacciatore di mostri, e si rivela prezioso per le sue competenze mediche.

Mentre il gruppo si sposta ad est, si trova inevitabilmente tra le fazioni in lotta, e ciò li porta nel vivo della Battaglia per il Ponte sullo Jaruga, dove l'intervento del gruppo si rivela fondamentale per la regina Meve. Infatti è poco dopo la fine della battaglia che Geralt viene nominato cavaliere dalla regina e ufficialmente diventa "Geralt di Rivia".

Significativi dettagli della trama finiscono qui.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Flag bulgaria.png Bulgaro: Вещерът: Огнено кръщение, traduzione di Vasil Velchev (ИнфоДар, 2010)
  • Flag czech.png Ceco: Zaklínač V. - Křest ohněm, (Leonardo, Ostrava 1997)
  • Flag france.png Francese: Le Baptême du Feu, traduzione di Caroline Raszka-Dewez (Bragelonne, 2010)
  • Flag italy.png Italiano: Il Battesimo del Fuoco, traduzione di Raffaella Belletti (Nord, 2014)
  • Flag uk.png Flag USA.jpg Inglese: Baptism of Fire, traduzione di David French (UK – Gollancz, 2014, US – Orbit, 2014)
  • Flag Lithuania.png Lituano: Krikštas ugnimi, (Eridanas, 2006)
  • Flag russia.png Russo: Крещение огнём, (АСТ, 1997)
  • Flag serbia.png Serbo: Vatreno krštenje - Saga o vešcu 5, traduzione di Milica Markić (Čarobna knjiga, 2012)
  • Flag spain.png Spagnolo: Bautismo de fuego, (Bibliópolis e Alamut, 2007)
  • Flag germany.png Tedesco: Feuertaufe, (Deutscher Taschenbuch, 2009)


Copertine delle varie edizioni[modifica | modifica wikitesto]