Il golem, o il servitore più fedele dell'uomo

Da Witcher Wiki.
Il golem, o il servitore più fedele dell'uomo
Tw3 book brown2.png
Leggilo per ulteriori informazioni
Dettagli
Inventario/slot
Libri
Categoria
Oggetto comune
Tipo
Libro
Fonte
Bottino / Acquista
Prezzo base
80 corone
Costo
233 corone
Vendita
21 – 24 corone
Peso
0 Peso

This book provides the bestiary entry for golem. It can be purchased from the following merchants:

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

Contrariamente a quanto si crede, il primo golem non fu creato da un potente mago o da un saggio elfico, ma da un nano di Maribor di nome Bonaventura Sesto, che produceva mattoni.

La nascita del primo golem risale infatti a più di un secolo fa, quando a Moribor le persecuzioni contro i non-umani erano all'ordine del giorno. Elfi e nani erano stati accusati di avere portato la peste in città, anche se in seguito si scoprì che l'epidemia era stata causata da un uomo di nome Mattheo, sguattero della Taverna dell'Oca d'oro. Questo Mattheo aveva sia il compito di servire a tavola sia di pulire le latrine, cosa che faceva una volta al mese e senza grande impegno. Il resto, come si suol dire, è storia.

All'inizio, le persecuzioni ai danni dei non-umani si limitavano a saccheggi, incendi delle botteghe, qualche pestaggio occasionale, ma alla fine sfociarono in un vero massacro. Sotto gli occhi della guardia cittadina, gli umani uccisero elfi e nani per tre giorni e tre notti e tra le trecento vittime ci fu anche l'intera famiglia del già menzionato Bonaventura Sesto.

Folle per il dolore e assetato di vendetta, Bonaventura modellò nella creta una creatura umanoide alta dieci piedi e poi incise su di essa i nomi dei non-umani uccisi, oltre ad alcune maledizioni naniche. Quando finì, si tagliò la gola e, quando il suo sangue toccò i piedi della gigantesca creatura inanimata, questa prese vita e iniziò ad aggirarsi per la città. Bonaventura si vendicò sui suoi persecutori: la sua creatura uccise circa cinquecento umani, compresi il sindaco e l'intero consiglio cittadino, prima che i soldati di stanza in città riuscissero ad abbatterla usando le loro baliste.

L'indagine del Conclave appurò che Bonaventura possedeva un talento magico latente che, anche senza alcun addestramento, era stato risvegliato dal torrente di emozioni strazianti che lo avevano spinto a uccidersi, creando così un nuovo e potente incantesimo. Dopo numerosi tentativi e miglioramenti, si arrivò a un nuovo incantesimo migliorato che permetteva di creare un golem senza dover sacrificare una vita umana e oggi i golem proteggono laboratori, biblioteche e palazzi in tutto il Continente.