Kovir e Poviss

Da Witcher Wiki.
Disambig.png Questo articolo riguarda il regno. Per il libro in The Witcher 3, vedi Kovir e Poviss (libro).
Kovir e Poviss
Flag Kovir&Poviss.svg COA Kovir Poviss.png
Bandiera Araldica
Lingua ufficiale
Lingua comune
Capitale
Pont Vanis
Lan Exeter (invernale)
Nome abitanti
Koviriani • Povissiani
Forma di governo
Monarchia
Status
Unione reale di Kovir, Poviss e altri regni minori
Capo di Stato
Re Rhyd di Poviss and re Idi di Kovir (fino al racconto "Il Fuoco Eterno")
Re Esterad Thyssen (in seguito agli eventi di "Il Fuoco Eterno")
Re Tankred Thyssen (in The Witcher 3)
Valuta
Bezant
Marco di Kovir (ad Aedd Gynvael)
Posizione geografica
Places Kovir.png
Dettaglio della mappa di The Witcher

Il reame di Kovir e Poviss è uno dei Regni Settentrionali situato sul Golfo di Praxeda. Nel mondo conosciuto è un grande esportatore di minerali, mercato da cui trae grande profitto. E' governato da re Esterad della Casata di Thyssen, che mantenne la neutralità durante le Guerre Settentrionali.

Per molti anni, il regno fu oggetto di scherno da parte delle vicine nazioni per la sua presunta arretratezza. Tuttavia esse dovettero ricredersi poichè Kovir aveva costruito una nazione da non sottovalutare accogliendo i numerosi studiosi scontenti, soldati e uomini d'affari che cercavano una nuova e migliore vita al nord.

Anche grazie ai suoi rilievi montuosi, la regione è ricca di miniere. Kovir e Povis esportano vetro, sale, ferro, argento, nickel, piombo, alluminio, zinco, rame, cromo, titanio, tungsteno e platino. Estrae, inoltre, il 75% della produzione mondiale di ferro, kriobelite e dimeritium e l'80% di oro.

Emblemi nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Araldica[modifica | modifica wikitesto]

Vecchio stemma di Kovir e Poviss Stemma di Kovir e Poviss Kovir e Poviss, variante

Gli stemmi qui sopra sono stati disegnati dal nostro esperto di araldica e di The Witcher Mboro, basandosi sulla descrizione presente sul sito ufficiale di Andrzej Sapkowski. Esiste anche un concept ceco dello stemma araldico di Kovir.

Bandiera[modifica | modifica wikitesto]

Bandiera dell'Unione Bandiera della dinastia regnante

La prima è la bandiera del Regno, basata su un'immagine di Wiedźmin: Gra Wyobraźni, mentre la seconda è la bandiera dell'attuale dinastia regnante.

Re e governatori[modifica | modifica wikitesto]

Sovrani e governatori:

Altri membri della famiglia reale:

Regioni[modifica | modifica wikitesto]

Principali città e fortezze[modifica | modifica wikitesto]

In The Witcher 3: Wild Hunt[modifica | modifica wikitesto]

In The Witcher 3, il libro Kovir e Poviss parla della storia del regno.

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

Kovir e Poviss sono senza dubbio i regni più ricchi del Nord. Tuttavia pochi oggi ricordano che non è sempre stato così: un tempo la loro povertà era addirittura proverbiale. Ai tempi di Heribert il Piantagrane si diceva per esempio che qualcuno era "povero come un ratto di Poviss", il brodo di ossa era chiamato "delizia di Kovir" e i mendicanti venivano soprannominati "praxadi" dal nome della baia su cui si affacciano i due regni.
Allo stesso modo pochi rammentano che fino a poche generazioni fa Kovir e Poviss erano ancora parte della Redania: Re Radovid I, meglio noto come Radovid il Grande, le donò al suo detestato fratello Troyden con l'accordo che quest'ultimo non avrebbe mai lasciato il suo nuovo dominio e non avrebbe interferito negli affari di stato.
Donargli un ammasso di rocce nel profondo nord, dove si dice che esistano due sole stagioni, ossia agosto e inverno, era una beffa, uno schiaffo alle ambizioni di Troyden.
Eppure ben presto risultò evidente che Radovid il Grande aveva commesso un grosso errore: poco dopo si scoprì che le rocce di Kovir erano un'inestimabile miniera di metalli preziosi e di salgemma. Da quel momento l'industria iniziò a prosperare in quelle terre un tempo desolate e mulini, forge e botteghe iniziarono a spuntare come funghi dopo la pioggia.
Radovid III decise allora di rimediare all'errore del suo antenato e di riprendere il controllo delle lande a nord del suo regno, convinto che le armate della Redania e di Kaedwen, con cui si era alleato, avrebbero avuto facilmente ragione del nemico. La storia tuttavia prese un'altra piega e fu invece Kovir a ottenere una schiacciante vittoria. Radovid III fu costretto a firmare il Primo trattato di Lan Exeter, che sanciva l'indipendenza di Kovir in cambio di perenne neutralità, promessa che i discendenti di Troyden hanno sempre mantenuto.
Oggi Kovir è governata da Esterad Thyssen, re saggio quanto avido, e il regno continua a prosperare. I prodotti in metallo di Kovir sono all'altezza dei migliori che Mahakam ha da offrire e secondo alcuni l'Università di Lan Exeter ha da tempo superato la celebre Accademia di Oxenfurt come centro di sapere del nord. E così, nell'arco di poche generazioni, gli abitanti di Kovir e Poviss da straccioni che erano sono diventati ricchi.