La storia di Ciri: La fuga dalla palude

Da Witcher Wiki.
Missione principale
"La storia di Ciri: La fuga dalla palude"
Tw3-ciri-escape-bog-03.png
Dettagli
Tipo
Missione principale
Livello suggerito
5
Luoghi
Palude del Gobbo
Regione/i
Velen
Fonte
Parlare con le Megere al termine della missione "Le Signore del Bosco"
Ricompensa
?? Punti esperienza guadagnati alla difficoltà "Spada in pugno!" / ?? corone
Collegato con
Le Signore del Bosco

La storia di Ciri: La fuga dalla palude è una delle missioni principali in The Witcher 3: Wild Hunt. Si tratta del primo dei flashback riguardanti Ciri dal punto di vista cronologico. Narra dell'arrivo della giovane donna nel Velen, e del suo brusco atterraggio nella Palude del Gobbo.

Guida[modifica | modifica sorgente]

Il giocatore riceverà questa missione dopo aver parlato con le Megere alla conclusione di "Le Signore del Bosco". Si tratta di una missione molto breve e semplice, nella quale non è nemmeno necessario combattere.

Una volta ricevuto il controllo di Ciri, è bene correre nelle paludi a tutta velocità. Dagli acquitrini spunteranno numerosi drowner e compariranno anche dei portali dai quali emergeranno dei segugi della Caccia. Affrontarli è inutile, in quanto continueranno ad arrivare.

La tattica migliore consiste quindi nello schivare i loro attacchi e correre via, verso l'uscita dalle paludi. Dopo poco partirà una scena in cui si vedrà Ciri sfuggire al generale della Caccia, Imlerith, nascondendosi. La giovane donna riprenderà la sua fuga, cadendo in una scarpata e rimanendo temporaneamente stordita. Qui termina la missione, ma non le sue avventure, che continuano con "La storia di Ciri: Il Re dei Lupi".

Obiettivi[modifica | modifica sorgente]

  • Fuggi dalla Palude del Gobbo.

Dal diario[modifica | modifica sorgente]

Quando Ciri arrivò a Velen, si ritrovò nel cuore della famosa Palude del Gobbo. Esausta, cercò un rifugio, ma finì tra le grinfie delle tre sorelle demoniache note agli abitanti del luogo come le "Signore del Bosco". Ciri capì presto come tale nome non fosse per niente adeguato alle tre vecchie sanguinarie e fuggì. Sfuggita per un pelo alla morte, l'attendeva ancora una lungo e pericoloso cammino attraverso le paludi...
La Palude del Gobbo ospita diverse bestie orribili, ma nessuna di queste può paragonarsi al cavaliere della Caccia Selvaggia che inseguiva Ciri. Imlerith, questo era il suo nome, era arrivato su richiamo delle Megere per portare Ciri dal suo re. Poiché Ciri era fuggita, il suo compito era ritrovarla. La giovane witcher riuscì a seminare il suo inseguitore, ma i due erano destinati a incontrarsi di nuovo in futuro.

Video[modifica | modifica sorgente]