Loc Muinne

Da Witcher Wiki.

Città elfica

Loc Muinne

Loc Muinne è il nome di una città elfica e di un lago sul fiume Pontar, ai piedi delle Montagne Blu. Fu saccheggiata da Milan Raupenneck, insieme alla città di Est Haemlet.

In The Witcher 2: Assassins of Kings[modifica | modifica wikitesto]

Loc Muinne è la città di The Witcher 2: Assassins of Kings dove si svolgono gli eventi del Capitolo III. Qui si tiene un vertice dei maghi a cui partecipano anche i principali esponenti dei Regni Settentrionali, o quel che ne rimane. Pare infatti che i maghi abbiano intenzione di restaurare l'antica Confraternita che fu distrutta durante il Colpo di Thanedd.

Per l'occasione, diversi mercanti e persino circensi si sono riuniti in città e specialmente nell'anfiteatro. Inoltre, in vari luoghi sono dislocati gli accampamenti degli eserciti dei sovrani del Nord, dell'Ordine della Rosa Fiammeggiante e dell'Impero di Nilfgaard.

Punti di Interesse[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di Loc Muinne
  1. - Campo dell'Ordine della Rosa Fiammeggiante
  2. - Cancello della città
  3. - Campo temeriano
  4. - Gargoyle
  5. - giocatori di dadi
  6. - Biblioteca in rovina e accesso alle Fogne di Loc Muinne
  7. - Piazza del mercato
  8. - Bras di Ban Ard
  9. - Locanda "Il Fuoco Eterno" e Bacheca
  10. - Campo nilfgaardiano
  11. - Alloggi redaniani
  12. - Anfiteatro di Loc Muinne
  13. - Sito del vertice dei maghi
  14. - Campo kaedweniano (non accessibile)

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

A parte i ricordi della sua gloria passata, non è rimasto molto a Loc Muinne: la città elfica situata lungo il tratto superiore del Pontar, tra i picchi delle Montagne Blu. Vederla emergere dalla nebbia doveva essere una vista mozzafiato, ma dove prima c'era un capolavoro ora ci sono soltanto delle bianche rovine. Fu qui che, secoli fa, il mago Geoffrey Monck si recò portando con sé le Fonti... bambini dotati del Potere... per affidarli ai saggi elfici affinché li addestrassero. Geoffrey riuscì a superare la diffidenza del popolo antico, gettando le basi per la coesistenza e la collaborazione tra le nostre razze. Ma la storia aveva in serbo un destino differente: diversi anni dopo, le armate della Redania massacrarono la popolazione di Loc Muinne, sterminando gli elfi di qualsiasi età e sesso. Così ebbe inizio la guerra culminatasi con la rivolta di Aelirenn e il massacro di Shaerrawedd, che costrinse gli elfi sopravvissuti a ritirarsi a est, tra le impervie Montagne Blu. Questo esempio, cari lettori, mostra chiaramente come basti niente per rovinare anche il migliore dei rapporti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Attenzione: Spoiler!: Significativi dettagli della trama a seguire.
  • Se nel Prologo Geralt non uccide il giovane Aryan La Valette, lo rincontrerà di nuovo qui, a Loc Muinne nel Capitolo III. Aryan è deciso ad assistere alle trattative del vertice con i sovrani dei Regni Settentrionali, probabilmente sperando di una sua parte negli eventi futuri. Aryan fa cenno anche alla scomparsa di sua sorella Anais, dicendo che è stata rapita. Però, se Geralt ha scelto di allearsi con Iorveth non sarà a conoscenza degli eventi, nè avrà la possibilità di aiutare la bambina. Aryan non farà comunque alcun cenno al fratellino, Boussy, scomparso (probabilmente ucciso).
Significativi dettagli della trama finiscono qui.