Impero di Nilfgaard

Da Witcher Wiki.
(Reindirizzamento da Nilfgaard)
Impero di Nilfgaard
Flag Nilfgaard.png COA Nilfgaard.png
Lingua ufficiale
Dialetto nilfgaardiano
Capitale
Nilfgaard
Nome abitanti
Nilfgaardiani
Forma di governo
Monarchia assoluta / Impero
Capo di Stato
Emhyr var Emreis
Valuta
Fiorino nilfgaardiano
Posizione geografica
Map Nilfgaard.png
Dettaglio della mappa di The Witcher

L'Impero di Nilfgaard è il più potente impero del mondo conosciuto. E' situato nella parte meridionale del Continente. Possiede una fiorente e forte economia, eserciti ben addestrati e comandanti di talento. Dopo le Guerre Settentrionali il suo territorio si è enormemente espanso grazie alla conquista di alcune province del Nord, che sono diventate stati vassalli dell'impero. Gli abitanti sostengono che solo i "veri" Nilfgaardiani siano quelli nati nel cuore dell'impero e non nelle province successivamente aggiunte. Queste sono governate da sovrintendenti o re che si sono arresi volontariamente all'impero, pur conservando il trono. Nel corso degli anni l'impero ha conquistato nuove terre fino alla sponda del fiume Jaruga, durante il mandato dell'imperatore Emhyr var Emreis.

Nei libri, l'Impero di Nilfgaard viene visto come un antagonista globale, odiato dalla maggior parte delle razze e dai popoli liberi. Sebbene venga nominato anche nelle raccolte di racconti, l'Impero vero e proprio fa la sua prima apparizione ne Il Sangue degli Elfi, durante l'invasione di Cintra. Nilfgaard attira molti parallelismi con l'impero romano del mondo reale: un impero, eserciti disciplinati, la schiavitù, e un senso di superiorità tra i suoi delegati e gli abitanti (che amano credere di essere tutti di Sangue Antico - discendenti di Lara Dorren).

La politica espansionistica dell'impero culminò con le Guerre Settentrionali, che iniziarono nel 1239 e terminarono nel 1268.

Araldica[modifica | modifica wikitesto]

Stemma di Nilfgaard Stemma di Nilfgaard presente in The Witcher 2

Il primo stemma di Nilfgaard è stato disegnato dal nostro esperto di araldica Witcher Mboro, secondo la descrizione che compare nei libri.

Nilfgaardiani conosciuti[modifica | modifica wikitesto]

Imperatori


Aristocratici


Servizi segreti


Esercito


Maghi


  • Albrich

Magistrati


Concubine, amanti e Signore


  • Aine Dermott
  • Clara aep Gwydolyn Gor
  • Dervla Tryffin Broinne

Altri



Province[modifica | modifica wikitesto]

Città[modifica | modifica wikitesto]

Fortezze[modifica | modifica wikitesto]


Forze armate[modifica | modifica wikitesto]

L'esercito che combattè nella Seconga Guerra Settentrionale contava circa 320,000, as 300,000 uomini. Ne rimasero 20,000 – 50,000 nell'Impero.

Truppe[modifica | modifica wikitesto]


Truppe minori[modifica | modifica wikitesto]


Divisioni e brigate[modifica | modifica wikitesto]


Nel videogioco The Witcher[modifica | modifica wikitesto]

Nilfgaard
"L'Impero di Nilgaard è un potente e antico regno nel lontano sud. La sua capitale è la citta di Nilfgaard situata sul fiume Alba. L'Impero è sorto sulle conquiste e assimilazioni dei regni vicini, ma solo gli abitanti delle terre vicine all'Alba hanno il diritto di chiamarsi Nilfgaardiani. Una significativa quantità di sangue elfico scorre nelle vene della popolazione, mentre la loro lingua è una variante del Lingua Antica. L'Impero è aggressivo e spesso invade le terre confinanti. La sua guerra contro i Regni Settentrionali è finita 5 anni fa, con un tratto di pace. Nilfgaard ha rinunciato alle sue rivendicazioni sui territori nordici."

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Limoncello di Nilfgaard e una delle principali bevande consumabili nel gioco
  • Ci sono occasionali riferimenti a Nilfgaard, la Gente Nera e a persone specifiche nelle conversazioni, Geralt può parteciparvi o ascoltarle per caso, e può leggerle nel diario nel gioco.

In The Witcher 2: Assassins of Kings[modifica | modifica wikitesto]

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

L'impero di Nilfgaard è il regno più vasto del mondo conosciuto, composto da oltre una dozzina di province. Ha conquistato tutti i regni a sud delle Montagne Amell, riunendoli sotto una sola bandiera. Neri stendardi imperiali con un sole dorato sventolano dal fiume Yaruga a nord, al Vicovaro a sud, alle montagne del Tir Tochair a est. Le sue potenti armate sono pronte a seminare il panico al comando dell'imperatore, o a morire in suo nome. È solo grazie agli sforzi congiunti dei Regni Settentrionali e del sanguinoso sacrificio di Brenna che è stato possibile fermare gli Oscuri. Eppure, durante i giorni di sole, sopra lo Yaruga è ancora possibile intravederne i mantelli e il bagliore delle lance.