Scoia'tael

Da Witcher Wiki.
senza cornice
Yaevinn

Scoia'tael è il nome dei guerriglieri non-umani detti anche Scoiattoli per via delle code degli animali che portano sui loro copricapi e per il loro stile di vita condotto tra i boschi.

Essi combattono gli umani dei Regni Settentrionali a causa del razzismo e della discriminazione razziale che subiscono i non-umani. Molti Scoiattoli sono elfi, ma ci sono anche halfling e nani. Gli Scoia'tael sono divisi in varie unità e si riuniscono solo durante le battaglie o per certi scopi precisi (per esempio, il Colpo di Thanned). L'unità più famosa è la Brigata Vrihedd, comandata da Isengrim Faoiltiarna, con il simbolo di un fulmine argentato. Gli Scoia'tael si sono alleati con Nilfgaard e usati dall'Imperatore Emhyr var Emreis come diversivo e supporto dell'esercito imperiale. In cambio del loro supporto, l'Imperatore ha dato agli elfi Dol Blathanna, stato indipendente con Enid an Gleanna come regina.

Scoia'tael conosciuti[modifica | modifica wikitesto]

Nel videogioco The Witcher[modifica | modifica wikitesto]

Dal Diario[modifica | modifica wikitesto]

Journal Glossary.png

"Gli Scoia'tael sono un gruppo di elfi e nani ribelli che lottano contro la discriminazione dei non-umani. Sono divisi in varie unità indipendenti. La loro protesta contro il razzismo si è rapidamente trasformata in violenza. Gli Scoia'tael depredano carovane di mercanti, saccheggiano e bruciano villaggi. Invece di trovare una soluzione pacifica, gli umani mandano loro contro le truppe armate. Scoia'tael significa 'scoiattolo' in elfico e il nome deriva probabilmente dall'abitudine di appendere code di scoiattolo ai loro abiti.

Secondo l'autore di "Conseguenze della Guerra", gli Scoia'tael sono aizzati da Nilfgaard e da altri poteri. I capi della ribellione mandano la lro gente a morte certa perchè sono ciechi o manipolati. L'autore dice anche che la guerra tra umani e non-umani non cesserà mai perchè c'è troppa ostilità tra le razze. Secondo lui, gli elfi sono condannati all'estinzione."

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Toruviel Elfo Cacciatrice Scoia'tael Chireadan Maga elfica

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Zoltan Chivay si trova nelle Campagne di Vizima per incontrarsi con un suo amico Scoia'tael, di nome Hoog. E' possible che Haren Brog lo abbia però venduto alle guardie.
  • Un Ufficiale di guardia nel Quartiere dei Mercanti sbraita di quanto sia remunerativo trasformarsi in sostenitori degli Scoiattoli: "Catturarli? Basta solo identificare chi sono i loro collaboratori."

In The Witcher 2: Assassins of Kings[modifica | modifica wikitesto]

Scoia'tael in TW2

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

Scoia'tael è il nome usato dai ribelli che lottano per la libertà dei non-umani. Nella lingua corrente significa "scoiattoli": secondo alcuni, ciò deriva dalle code di scoiattolo che ne adornano il copricapo o dal foraggio della foresta di cui si nutrono per riuscire a sopravvivere. Il nucleo della fazione è costituito principalmente di elfi, ma ci sono anche nani e halfling. Durante l'ultima guerra contro Nilfgaard, gli Scoia'tael hanno combattuto a fianco dell'impero, creando diversivi per infliggere ingenti danni dietro le nostre linee. Nonostante i provvedimenti della Pace di Cintra, molti Scoiattoli continuano tutt'oggi a combattere, specialmente dopo aver scoperto che Nilfgaard li aveva sacrificati in nome della pace: i capi delle unità furono consegnati ai popoli del Nord per essere giustiziati.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]