Succube

Da Witcher Wiki.

Nelle leggende di Roma antica e poi del Medioevo, un succubo, o una succuba, (dal latino succuba, "amante") è un demone di aspetto femminile che seduceva gli uomini (specialmente monaci) per avere rapporti sessuali, soggetti/sottoposti alla volontà della succuba. Secondo la leggenda i succubi assorbivano l'energia dell'uomo per alimentarsi, spesso portando alla morte l'indemoniato. Secondo altre versioni del mito, spingevano l'uomo al peccato con le loro tentazioni. Questa superstizione fu anche una spiegazione medievale per le eiaculazioni notturne che capitavano ai giovani in età pre-adolescenziale.

Nella Saga Witcher[modifica | modifica wikitesto]

Ne La Signora del Lago, Regis intrattenne una relazione romantica con una succube, mentre con Geralt e i suoi compagni, si trovava a Beauclair.

Nel videogioco The Witcher[modifica | modifica wikitesto]

Una succube viene menzionata dal fabbro di Acque Oscure e dalla moglie, durante il Capitolo IV.

Missioni associate[modifica | modifica wikitesto]

In The Witcher 2: Assassins of Kings[modifica | modifica wikitesto]

Succube
Tw2 journal Succubus.png
Module
Dettagli
Razza
Succube
Sesso
Femmina
Occhi
Marroni
Capelli
Marroni
Luogo
Villaggio bruciato
Compare in

La Succube è un personaggio del Capitolo II di The Witcher 2: Assassins of Kings. Geralt incontra questa creatura se decide di completare la missione "Cuore vacillante", nella quale Ele'yas si è innamorato del demone.

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

Il villaggio bruciato nei pressi di Vergen si dimostrò ospitare una vera succube. Questa splendida creatura, con zoccoli al posto dei piedi, attirava bei giovani per sedurli e nutrirsi della loro forza vitale. La seduttrice venne accusata di aver brutalmente assassinato molti giovani, e l'accusa sembrava solita, poiché dovete sapere che l'unico inconveniente con queste creature, pericolose quanto i vampiri, è lo spiacevole odore di zolfo che bisogna sopportare, trovato appunto addosso alle vittime.
Se Geralt sceglie di aiutare Ele'yas:
Geralt indagò sugli omicidi e concluse che la succube era colpevole di ciò di cui era stata accusata. Al witcher non restava altra scelta che uccidere la splendida e pericolosa creatura.
Se Geralt sceglie di credere alla succube:
Geralt indagò sugli omicidi e concluse che la succube era innocente, poiché era stata incastrata da un amante geloso. Il witcher scagionò la seduttrice dalle accuse, la quale lo ringraziò nel suo consueto e splendido modo.

Missioni associate[modifica | modifica wikitesto]

Video[modifica | modifica wikitesto]

In The Witcher 3: Wild Hunt[modifica | modifica wikitesto]

Succubi
Tw3 journal succubus.png
Dettagli
Classe
Ibridi
Variazioni
Salma
Punti deboli
Unguento anti-ibridi
Quen
Tattiche
Seduzione
Creazione/Alchimia
Mutagene di succube

Ci sono almeno due succubi in The Witcher 3: Salma e un'altra ad Ard Skellig.

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

Ancora? Santo cielo, donna, sono esausto...
— Lester di Smallton a una succube, qualche giorno prima di fare voto di celibato'
Contrariamente agli altri mostri, le succubi e le menadi non vogliono uccidere, nono bramano sangue umano e, solitamente, non fanno alcun male. Sono spinte soltanto da una cosa: una lussuria insaziabile. Le succubi provano invano a placare questa brama tramite atti sessuali con tutte le altre specie umanoidi incontrate. Sebbene bisogna ammettere che raramente le loro "vittime" oppongano molta resistenza, ciò non significa che le succubi e le menadi non presentino alcun pericolo: le loro continue avance, sebbene inizialmente piacevoli, hanno spinto diversi uomini alla follia o persino alla morte.
Solitamente le succubi e le menadi vivono nei pressi degli insediamenti umani, inclusi piccoli villaggi e città densamente popolate. Escono prevalentemente di notte, ma, in caso di desiderio irrefrenabile, possono anche lasciare la tana di giorno. Rivolgono le proprie attenzioni a uomini e donne, giovani e vecchi, brutti e belli. Alcune sono particolarmente amanti di sacerdoti e altri uomini sacri, la cui seduzione viene considerata una sorta di gioco.
Sebbene le succubi siano per natura pacifiche, se costrette a combattere si difenderanno ferocemente. Pertanto, non bisogna lasciarsi ingannare dal loro aspetto grazioso: sotto la pelle vellutata delle loro braccia si nascondono muscoli d'acciaio, e un colpo sferrato dalle loro gambe caprine o dalle spesse corna può spezzare facilmente le ossa.

In The Witcher: La Casa di Vetro[modifica | modifica wikitesto]

"Ohh, not so rough!" - "What?"

Vara è una succube che appare nel fumetto. Ha i capelli lunghi e castani, con delle trecce, gli occhi rossi e le lentiggini. Al contrario delle succubi presenti nei videogiochi, ha un aspetto piuttosto umano: solo in una scena appare con delle corna e delle ali.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Smallwikipedialogo.png Questa pagina contiene articoli tratti da Wikipedia. L'articolo originale lo trovi in Succube. La lista degli autori la puoi vedere nella la cronologia della pagina. Come per Witcher Wiki, l'articolo di Wikipedia è disponibile sotto il GNU Free Documentation License.