Syanna

Da Witcher Wiki.
Syanna

Tw3 journal syanna locked.png

Tw3 journal syanna.png

Module
Dettagli
Pseudonimi
Spoiler!
  Syanna
Rhenawedd (Rhena)
Titolo
Principessa
Razza
Umano
Sesso
Femmina
Occhi
Nocciola
Capelli
Neri
Nazionalità
Toussaint
Affiliazione
Famiglia Ducale di Toussaint
Mestiere
Bandito
Luogo
La Terra delle Mille Fiabe
Beauclair
Famiglia
Compagno/a
Dettlaff van der Eretein (ex-compagno)
Parenti
Anna Henrietta (sorella)
Attenzione: Spoiler!: Dettagli significativi della trama a seguire.

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

Sylvia Anna. Un nome adorabile, non vi pare? Non deve sorprendervi, visto che era il nome della figlia di un duca nonché sorella di una duchessa. Eppure il fato di Syanna (come la chiamavano gli intimi) non fu quello che ci si aspetterebbe per qualcuno di così nobili natali: si scoprì infatti che era venuta al mondo in un momento infausto, ovvero durante un'eclissi, e per questo fu creduta vittima della Maledizione del Sole Nero, che si diceva colpisse le giovani fanciulle di famiglie potenti nate in simili circostanze. Anche se Geralt aveva seri dubbi sulla reale esistenza della maledizione, molti dicevano che causava orribili mutazioni che rendevano la vittima crudele e desiderosa di uccidere.
I genitori di Syanna credevano nella maledizione e, reputando troppo pericolosa la sua presenza a corte, la costrinsero all'esilio. La ragazza fuggì a Nazair e presto si persero completamente le sue tracce.
Anna Henrietta, che amava molto la sorella, pianse per anni per l'assenza di Syanna, che era stata dichiarata ufficialmente scomparsa e data per morta. Quando ricomparve, il loro incontro non fu però felice: Syanna detestava Anna Henrietta e non voleva nemmeno parlarle.
Questo comportamento era probabilmente legato al fatto che, poco prima, si era scoperto che Syanna era un'assassina...
Il viaggio di Geralt nella Terra delle Mille Fiabe si rivelò più fruttuoso del previsto. Le conversazioni con Syanna fecero chiarezza su alcuni argomenti: la donna spiegò che il suo elaborato piano omicida le aveva permesso di vendicarsi di chi l'aveva costretta all'esilio. Del resto, si sa, la vendetta è uno dei moventi più antichi del mondo, causa di distruzione per molti e di sollievo per qualcuno. Syanna stava per essere portata da un vampiro superiore, che era allo stesso tempo un serial killer, un amante ferito e, a quanto sembrava, ancora molto innamorato di lei...
Se Geralt ha ottenuto il fiocco rosso dalla Piccola Fiammiferaia:
Quando Geralt portò Syanna all'incontro con Dettlaff, non si aspettava certo un finale del genere. Nonostante fossero passati diversi giorni dall'ultima volta che si erano visti, Dettlaff non era riuscito a tenere a freno l'ira che provava nei confronti della donna. La attaccò, e fu solo grazie al fiocco magico che Syanna e Geralt avevano acquistato nella Terra delle Mille Fiabe se la donna non fu fatta in mille pezzi in un istante. Il fiocco era stato creato per trasportare le figlie del duca in un posto sicuro in caso di pericolo, e quale miglior luogo della parte più protetta del palazzo di famiglia? Perciò Syanna sfuggì alla furia di Dettlaff e si ritrovò direttamente nelle segrete del palazzo.
Se Geralt non ha ottenuto il fiocco rosso dalla Piccola Fiammiferaia:
Quando un antico vampiro incontra la donna che si è approfittata del suo amore incondizionato per manipolarlo e fargli commettere una serie di omicidi, cosa potrebbe mai andare storto? A volte ho l'impressione che Geralt non si sia posto questa domanda prima di portare Syanna all'incontro con Dettlaff. O forse era convinto che l'amore del vampiro avrebbe prevalso sull'orgoglio ferito. Se mi avesse chiesto consiglio, io gli avrei detto che l'orgoglio non c'entrava nulla: Dettlaff si era semplicemente reso conto che la donna che aveva messo su un piedistallo non esisteva. Esisteva solo invece una meschina e crudele manipolatrice, che il vampiro uccise senza battere ciglio.
Se Geralt riesce a farle riconsiderare le proprie azioni:
Anche se Syanna non aveva mostrato alcuna pietà per coloro che considerava nemici, al witcher, in un certo senso, dispiaceva per lei. Forse perché anche lui era stato sempre considerato un mostro, o forse semplicemente perché era di buon cuore (anche se non gli piaceva ammetterlo). Quale che fosse il motivo, decise di far visita a Syanna in cella. Lì la donna gli rivelò l'atto finale del piano: l'assassinio di Anna Henrietta.
Fortunatamente Geralt riuscì a farle cambiare idea e Syanna decise di attendere pazientemente la sentenza. Conosceva sua sorella ed era certa che non le avrebbe fatto alcun male.
Se Geralt fallisce nel farle riconsiderare le proprie azioni:
L'indagine aveva già svelato quasi tutti i dettagli principali dei misteriosi omicidi: Geralt conosceva i mezzi, il metodo, l'esecutore e aveva perfino interrotto la serie, eppure non aveva ancora capito del tutto il motivo per cui tutto il complotto era iniziato. Non fu difficile ottenere anche quest'ultima informazione: Syanna svelò infatti di avere messo in moto la catena di delitti semplicemente per vendicarsi di coloro che l'avevano costretta all'esilio. Del resto, si sa, la vendetta è uno dei moventi più antichi del mondo, causa di distruzione per molti e di sollievo per qualcuno. Per quanto riguarda Syanna, la fece finire in una cella del palazzo ducale.
Eppure Geralt aveva la sensazione che qualcosa ancora non quadrasse, un dettaglio minore ma fastidioso come un sassolino nella scarpa. Il piano di Syanna era elaborato e molto preciso, ma qual sarebbe stato il gran finale? Quando il witcher lo capì era ormai troppo tardi. Durante un abbraccio di riconciliazione, Syanna uccise Anna Henrietta, l'ultima persona che riteneva responsabile per l'esilio a cui era stata costretta. Subito dopo morì anche lei, abbattuta dal capitano della guardia ducale.
Dettagli significativi della trama finiscono qui.

Missioni associate[modifica | modifica wikitesto]