Terre selvagge di Flotsam

Da Witcher Wiki.
Foresta nei pressi di Flotsam

La foresta impenetrabile che occupa le Terre selvagge di Flotsam è un luogo pericoloso, irto di trappole e mostri di vario genere. Per non parlare degli Scoia'tael che si nascondono tra la vegetazione. Si estende a sud di Flotsam e di Lobinden, lungo la sponda del fiume Pontar.

Eppure anche in questa terra sconosciuta e spaventosa, si possono trovare dei luoghi di meravigliosa bellezza, come una cascata, delle antiche rovine elfiche, o sculture di antiche e oscure divinità come Vejopatis.

Luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Mappa della foresta di Flotsam
  1. Grotta dei Nekker
  2. Cimitero
  3. Tana del kayran
  4. Relitto della Petra Silie
  5. Ponte in rovina
  6. Grotta sotto la cascata
  7. Bozzoli di endriaga
  8. Bagni in rovina
  9. Altare di Vejopatis
  10. Ospedale bruciato
  11. Tana di arachas
  12. Nascondiglio dei banditi

Mostri[modifica | modifica wikitesto]

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

Le terre selvagge che circondano Flotsam sono costituite da una foresta fitta e impenetrabile: smarrirsi è facile, e morire per via una bestia feroce o di una freccia elfica lo è ancora di più. Una strada impervia e poco utilizzata conduce all'Aedirn, ma, considerati i pericoli, i viaggiatori preferiscono viaggiare lungo il fiume.

Missioni associate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  • La foresta pullula di trappole oltre che di mostri e altri pericoli. Si consiglia di usare spesso il medaglione (premere "Z" per attivare su PC, la levetta analogica sinistra su Xbox) per individuarle.
  • Dopo averle disattivate, Geralt può anche raccogliere le tagliole che trova e usarle a sua volta contro i mostri. Oltre ad essere assolutamente gratuite, la tagliola è infida per quasi ogni tipo di nemico.