Uma

Da Witcher Wiki.
Uma
Tw3 journal uma.png
Module
Dettagli
Soprannome
Spoiler!
  Avallac'h
Razza
Sconosciuta
Sesso
Maschio
Occhi
Blu
Capelli
Grigi
Luogo
Nido del Corvo

Uma, anche conosciuto come l'uomo più brutto del mondo,[1] è una piccola creatura deforme vittima di una maledizione che pare avere un qualche legame con Ciri.

Vive al castello di Nido del Corvo, dove gli uomini del Barone lo usano come una specie di "giullare di corte", per distrarsi dalla monotonia.

Non è in grado di parlare eccetto per la parola "uma", dalla quale deriva il suo nome.

Dal diario[modifica | modifica sorgente]

Se Geralt parla con Skjall prima di scoprire Uma:
Geralt non sapeva esattamente cosa fosse l'essere deforme giunto a Skellige sulla barca di Ciri. Tuttavia, non aveva dubbi sul fatto che fosse in qualche modo legato al suo destino... e che potesse rivelarsi la chiave per trovarla.
Si scoprì che il piccolo mostro era appartenuto per un certo periodo a Donar, jarl di Hindarsfjall. In seguito, Donar l'aveva venduto a un mercante di Novigrad, il quale riteneva che sarebbe stato un ottimo giullare.
Basandosi sull'accurata descrizione di Skjall, Geralt riconobbe le creatura vista dal giovane a Hindarsfjall come lo stesso nanetto deforme ospite nel castello del Barone.
Purtroppo, era impossibile comunicare con questo "Uma" (come veniva chiamata la creatura), il quale sembrava vivere in un suo mondo. Ma Geralt sapeva che Uma era l'unico a possedere la chiave per trovare Ciri. Anche se dalle labbra serrate della creatura non si riusciva a ottenere alcuna informazione utile, ulteriori indagini avrebbero sicuramente portato alla soluzione di questo enigma.
Se Geralt scopre Uma prima di parlare con Skjall:
La prima volta che Geralt incontrò un nanetto deforme nel castello del Barone Sanguinario, non ci fece troppo caso... ma quando seppe che una simile creatura era arrivata sulle coste di Skellige nella stessa barca su cui Ciri e il suo misterioso compagno erano salpati poco prima, collegò subito le due cose. Era chiaro che quest'essere deforme era la chiave per trovare Ciri.
Purtroppo, comunicare con Uma si dimostrò impossibile. Il nanetto deforme sembrava vivere in un suo mondo in miniatura. Tuttavia, Geralt sapeva che Uma era l'unico a possedere la chiave per trovare Ciri. Anche se dalle labbra serrate della creatura non si riusciva a ottenere alcuna informazione utile, ulteriori indagini avrebbero sicuramente portato alla soluzione di questo enigma.
Sebbene Yennefer e Vesemir concordassero nel ritenere Uma vittima di una potente maledizione, non riuscirono a trovare una soluzione comune per spezzarla. Dopo un acceso scambio di parole, Vesemir annunciò che avrebbe provato un metodo tradizionale dei witcher prima che Yennefer potesse fare qualcosa.
Agli altri non restava che attendere...
Sebbene il metodo di Vesemir avesse funzionato sul famoso cigno di Poviss, questa volta non portò a nulla. Tuttavia, Vesemir riuscì a confermare che il corpo di Uma era una sorta di prigione magica in cui era intrappolato un altro essere. Il metodo di Yennefer non prometteva grandi probabilità di sopravvivenza per Uma, ma era l'unica possibilità rimasta per spezzare la maledizione.
Il rituale riuscì oltre ogni rosea aspettativa. La persona maledetta imprigionata dentro Uma si rivelò essere nientemeno che Avallac'h, un potente Saggio elfico che il witcher aveva già incontrato in passato.

Missioni associate[modifica | modifica sorgente]

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  1. Schermata di caricamento in The Witcher 3: "La lunga ricerca di Ciri aveva portato Geralt a concludere che Uma, l'uomo più brutto del mondo e vittima di una maledizione, era la chiave per trovare la ragazza. Geralt doveva spezzare la maledizione, così portò Uma a casa dei più grandi specialisti in incantesimi oscuri... La fortezza dei witcher di Kaer Morhen."
    Inoltre, in inglese, "UMA" è un acronimo che sta per "Ugliest Man Alive", ovvero l'uomo più brutto del mondo.