Viverna

Da Witcher Wiki.

I contadini scambiano spesso le viverne con i draghi ed è difficile convincerli del contrario. Le viverne sono grandi ornitosauri con lunghi colli e code che terminano con tre punte velenose. Esse planano dal cielo per afferrare le prede e trascinarle nei loro nidi.

Cercavo l'annuncio: C'È URGENTE BISOGNO DI UNO STRIGO. E poi di solito c'era un bosco sacro, un sotterraneo, una necropoli o delle rovine, un burrone in una foretsa o una grotta piena di ossa e di tanfo di carogna. E qualcosa che viveva con l'unico scopo di uccidere. Per fame, per piacere, spinto da una volontà morbosa, o per altre ragioni. Una manticora, una viverna, un nebbior, una aeshna, un ilyocoris, una chimera, un lesny, un vampiro, un ghoul, un graveir, un lupo mannaro, una kikimora, un wipper. E una danza nelle tenebre e un colpo di spada. E paura e ribrezzo negli occhi di chi poi mi consegnava la ricompensa.


Nella Saga Witcher[modifica | modifica wikitesto]

Una viverna appare ne Il Tempo della Guerra. Al mercato di Gors Velen, un uomo sosteneva di avere catturato un basilisco, che in realtà era una giovane viverna. Quando la creatura riuscì a liberarsi dalla gabbia, venne uccisa da Ciri.

Ciri scoppiò a ridere e fece con le labbra un rumore prolungato e decisamente indecente.

L’uomo butterato non si trattenne più. «Ehi, saputella! Se qualcosa non è di tuo gradimento, fila via! Non sei obbligata a sentire e nemmeno a guardare il basilisco!»

«Non è affatto un basilisco.»

«Ah, no? E allora che cos’è, sapientona?»

«Una viverna.» Ciri gettò via il picciolo della pera, leccandosi le dita. «Una comune viverna. Giovane, piccola, affamata e sporca. Ma una viverna, nient’altro. Nella Parlata Antica: wyvern.»


Nel videogioco The Witcher[modifica | modifica wikitesto]

Viverna
Bestiary Wyvern full.png
Dettagli
Classe
Ornitosauri
Apparizioni
Le viverne vivono nelle terre selvagge o vicino a insediamenti umani. Sono molto amate dai druidi che le addomesticano
Immunità
Resistenti allo stordimento e al veleno
Punti deboli
Sensibili all'argento e all'unguento anti-ornitosauri
Tattiche
Le viverne calano sugli avversari tentando di atterrarli e avvelenarli col loro veleno.
Alchimia
Tossine, Membrana alare, Ghiandole velenose
Altri ingredienti
Carne di viverna

Queste creature compaiono nel videogioco nei Capitoli II e III, dove vivono solitamente sull'Isola della Viverna nella palude, e nel Capitolo IV, nei Campi e a Riva del Lago.

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

"Le viverne sono erroneamente confuse con i draghi. Alla vista dei rettili che depredano le greggi, terrorizzano i contadini. Essi si aspettano che sputino fuoco, massacrando tutti gli abitanti e rapendo le giovani vergini del villaggio. Anche se è vero che le viverne cacciano le pecore, esse non sputano fuoco nè distruggono villaggi. E sono indifferenti alle vergini."

Luoghi[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel capitolo III, una cittadina siede alla Locanda Nuova Narakort. E' bionda e vestita con abito verde e giallo. Racconta a Geralt alcune storie, ma ha la gola secca. A seconda del suo umore, può chiedere della birra o del latte. Parlerà di alcuni ornitosauri, tra cui il Basilisco, la Viverna e l'archeospora.
  • Per avere tutti i racconti dalla cittadina, Geralt deve meditare o uscire / rientrare dalla locanda. Dopo che Geralt avrà ottenuto tutte le informazioni, lei non avrà più niente da dire.
  • Ornitosauri

Il Libro dei Mostri[modifica | modifica wikitesto]

La caratterizzazione che CD Projekt ha dato alla viverna viene dal Libro dei Mostri, incluso nella Edizione da Collezione di The Witcher per la Polonia, l'Ungheria e la Repubblica Ceca:

La gente spesso scambia le viverne con i draghi. I witcher, comunque, sanno immediatmente riconoscere queste lucertole volanti, che atterrano con le loro zampe robuste. Sanno che anche quando combattono contro queste creature, devono evitare i colpi della coda velenosa e le mascelle con le zanne letali.

Il bozzetto della viverna è venuto fuori dal concetto della paura dell'uomo per i rettili. Con la loro testa piatta e il collo lungo, le creature ricordano dei serpenti; la loro lunga coda contribuisce a questa immagine. La curva che hanno sulla schiena e che le fanno assomigliare a dinosauri, le rendono ancora più spaventose. I colori brillanti dello schizzo rimandano immediatamente ad una bestia venefica. Spunzoni sottili e lunfhi si protendono direttamente dalla spina dorsale ricurva e insieme con la loro postura solita, enfatizza la loro natura infida e maligna.

Se non sei un witcher, è meglio che non abbia a che fare con una viverna.

In una delle sue missioni, Geralt ha la possibilità di combattere un gruppo di queste creature. E' un piacere assistere alla distruzione che esse infliggono a coloro che non hanno familiarità con il modo di combattere di queste terribili creature.

Nella gabbia, troppo piccola per lui, era raggomitolato un rettile coperto di squame scure dallo strano disegno. Quando l’uomo butterato colpì la gabbia con la pertica, la bestia si dimenò, fece stridere le squame contro le sbarre, protese il lungo collo e lanciò un sibilo penetrante, scoprendo i denti aguzzi, tanto bianchi da creare un forte contrasto con le squame nere intorno alle fauci.


In The Witcher 3: Wild Hunt[modifica | modifica wikitesto]

Viverna
Tw3 journal wyvern.png
Dettagli
Classe
Dragonidi
Variazioni
Viverna reale
Punti deboli
Rigogolo dorato
Mitraglia
Unguento anti-dragonidi
Aard
Creazione/Alchimia
Trofeo di viverna
Pelle di viverna
Uovo di viverna
Mutagene di viverna
Scaglie di drago

Dal diario[modifica | modifica wikitesto]

Più pericolose di tutte sono le viverne reali. O, come vengono chiamate in alcuni ambienti, le reali spine nel fianco.
—Albina Tottelkampf, professore di scienze naturali ad Aretuza
Le viverne vengono spesso scambiate per draghi e, sebbene siano molto più piccole rispetto ai loro famosi parenti e non soffino fuoco, sono dei mostri estremamente pericolosi. Specialmente temute sono le cosiddette "viverne reali", le quali, come i monarchi da cui prendono il nome, sono eccezionalmente irritabili ed estremamente letali.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]